gran consiglio - ORDO EQUESTRIS TEMPLI ARCADIA

ORDO EQUESTRIS TEMPLI ARCADIA
Vai ai contenuti
ARCADIA LECCE
"Pensa che non è il tuo posto che ti onora o ti degrada, ma è il modo in cui lo eserciti"

La Gerarchia è importante, tutto l'universo è sottoposto ad un Ordine Gerarchico, così come gli stessi aspetti della Nostra Vita...
in Teologia parlando ad esempio del Cristianesimo, abbiamo la Gerarchia degli angeli: serafini, cherubini, troni, dominazioni, virtù, potestà, principati, arcangeli, angeli;
la gerarchia Scientifica sviluppa la Tassonomia degli organismi viventi: Regno, Phylum, Classe, Ordine, Famiglia, Genere, Specie, secondo i livelli gerarchici della tassonomia linneana;
la gerarchia Sociale feudale era strutturata in: re, vassalli, valvassori, contadini liberi, servi della gleba;
in ambito Familiare ad esempio Famiglia nucleare: padre/madre, figlio maggiore, figli minori;
non è esente il Diritto. la Normazione viene gerarchicamente delineata: Costituzione, Legge ordinaria, Regolamento.

Partendo da questi presupposti si evince l'importanza della Gerarchia Arcadiana; Il Capo di Nome e d'Arme è il Sovrano Gran Maestro, ad esso Funzionalmente sussegue il Gran Dignitario suo Luogotenente ed il Gran Consiglio il quale è l’organo consultivo da cui potrebbero scaturire decisioni o direttive. Esso è cosi costituito : Gran Maestro; Gran Dignitario; Gran Siniscalco; Gran Cerimoniere; Maestro di Cerimonia; Gran Referendario; Su volontà del Gran Maestro possono essere invitati Ufficiali che per Particolari Meriti o Attitudini possono assistere alle Adunanze del Gran Consiglio.


Gerarchia Arcadiana

X  Gran Dignitario
È un membro che ha ricoperto le Alte Cariche della Congregazione Templare o dimostra di avere a cuore gli interessi della Congregazione e dei Fratelli. A Lui è dovuto il massimo rispetto da parte di tutti i membri dell’Ordine. É il Delegato del Sovrano Gran Maestro di cui prende i compiti durante l'assenza. Fa parte del Gran Consiglio e mantiene costanti rapporti con il Sovrano Gran Maestro consigliandolo in decisioni importanti. Al pari del Sovrano Gran Maestro, il Gran Dignitario dispone di Ordini propri Revocabili solo dal Sovrano Gran Maestro. La Carica di Gran Dignitario è a vita, salvo revoca diretta del Sovrano Gran Maestro, il quale provvederà ad un sostituto, qualora vi fosse un fratello ritenuto degno dal Sovrano Gran Maestro ad assolvere tale compito.
X  Gran Siniscalco
E’ colui che si occupa per conto del Sovrano Gran Maestro di vigilare sull’andamento della Congregazione, rende esecutive le decisioni del Sovrano Gran Maestro e del Gran Consiglio, propagandole a cascata ai Gran Precettori. Risponde del suo operato al Sovrano Gran Maestro e all’intero Gran Consiglio, ha giurisdizione su tutto l’Ordine stesso per ciò che compete la sua Carica.
X  Gran Referendario
Il Gran Referendario si occupa del rispetto della disciplina e dell’applicazione della regola dell’Ordine. E’ incaricato per conto del Sovrano Gran Maestro dell'istruttoria degli atti relativi al contenzioso od all'arbitrato fra i membri della Congrega, redige le proposte di atti (Decreti o Regolamenti), e ne assicura l’attuazione, assicura la tutela giuridica, civile e templare dell’Ordine, Esso fornirà al Sovrano Gran Maestro un resoconto scritto di ogni suo intervento a favore o contro nelle varie Precettorie e Commanderie.
X  Gran Cerimoniere
É responsabile dell’“immagine” dell’Ordine nelle sue uscite ufficiali, nella preparazione delle cerimonie, dei Capitoli e della tenuta dell’attrezzatura. Dispone di poteri di acquisto, sotto stretta indicazione del Sovrano Gran Maestro, della requisizione delle insegne della singola Commanderia qualora queste non siano conformi o idonee su eventuali disposizioni del Gran Referendario. Supervisiona lo svolgimento delle cerimonie, incontri, e ogni manifestazione dell’Ordine, ha giurisdizione su tutto l’Ordine stesso per ciò che compete la sua Carica, nel rispetto delle indicazioni date dal Sovrano Gran Maestro. Ogni sua decisione dovrà essere valutata dal Sovrano Gran Maestro ed attendere il suo benestare prima di ogni iniziativa personale. Ad esso è sottoposto il Maestro di Cerimonia.
X  Maestro Di Cerimonia
Coadiuva ed assiste il Gran Cerimoniere nelle funzioni di organizzazione e supervisione dello svolgimento delle varie Cerimonie, di sua iniziativa può effettuare ispezioni sul mantenimento dell’abbigliamento e su vessilli e bandiere in dotazione alle varie strutture. Si interfaccia con i priori ci Commanderie durante le cerimonie svolte nei territori di competenza di quest’ultime. In tale occasione il Priore assumerà la carica di Balivo e resterà sotto le sue direttive nella durata dell’evento.
X  Console
É un ufficiale, agisce in veste di delegato del Gran Consiglio nell’ambito, esecutivo e operativo. E’ esecutore e portatore di dichiarazioni e comandi. Egli risponde  del suo operato e del suo potere decisionale esclusivamente al Gran Referendario
X  Gran Precettore
È il responsabile del Priorato, il suo compito consiste nel sovrintendere l’operato e la gestione delle Varie Precettorie  di sua Competenza . Presiede all'intera attività del Priorato o delle Precettorie assegnateli ed è responsabile della diffusione e dell’applicazione delle direttive emanate dal Gran Siniscalco. A questa figura fanno capo tutti i vari Precettori e Priori della Precettoria costituenti il Priorato di competenza.
X  Precettore
Dal Precettore dipende il buon funzionamento della Precettoria a lui affidata, in cui è responsabile della corretta disciplina, della conduzione e della organizzazione.  Ad esso rispondono i Siniscalchi ed i Priori delle Commanderie di competenza. Egli risponde al suo Diretto Superiore il Gran Precettore   a cui fornirà rapporto dettagliato sull’andamento della Commanderia a lui affidata e ogni tre mesi direttamente alla casa magistrale.
X  Siniscalco
É il responsabile della Commanderia e dei Cavalieri di essa. Segue la formazione dei subalterni, vigila sull’osservanza della regola, si attiva nell’operatività sociale e culturale della Commanderia affidatagli. Egli risponde direttamente al Precettore stesso di cui rende esecutive le decisioni. Funge da tesoriere nella Commanderia.
X  Balivo
Il Balivo funge in Commanderia da Maestro di Cerimonie, ad esso sono attribuiti incarichi di Supervisore durante le Celebrazioni o durante le Manifestazioni.
Il Balivo ha la Responsabilità di accudire gli Arredi, i Paramenti, vigilare e vegliare che tutti i Fratelli e Sorelle abbiano il giusto Abbigliamento, che tutti i Fratelli e Sorelle abbiano il giusto comportamento e siano decorosamente composti durante le Manifestazioni o Cerimonie.
Il Balivo è un Sottoufficiale di Commanderia, a lui sono dovuti tutti gli Onori per tale rango, egli cessa la sua funzione di Grado solo dinnanzi al Maestro di Cerimonia o al Gran Cerimoniere durante le Cerimonie oltre alle cariche appena citate egli è sottoposto al Sovrano Gran Maestro
X  Priore
E’un sottufficiale che coadiuva e collabora con il Siniscalco nella conduzione della Commanderia. Sua funzione primaria è quella di organizzare le cerimonie svolte nel territorio di competenza. E’alle dirette dipendenze del maestro di Cerimonia. É il responsabile dell’attuazione delle direttive del Siniscalco, dirige i cavalieri guidandoli ed istruendoli durante le varie operatività. A lui sono affidate la custodia delle insegne e dei vessilli
X  Cavaliere
É un Cavaliere colui che si distingue per Audacia e Coraggio Disciplina ed Umiltà, nonché Sapienza e Bontà. Anche da lui dipende il funzionamento della Commanderia di cui fa parte, e dipende direttamente dal Siniscalco. Le sue attività di ricerca, studio e beneficenza sono molteplici e varie egli si impegna a far sì che vengano attuate le direttive impartitegli prendendone parte attiva. Essi hanno responsabilità di tutti i Novizi e Scudieri.
Possono aspirare a Cariche e procedere nella scala gerarchica.
X  Sergente
É l’organo dell’Ordine che Funge da assistente ai Cavalieri nel istruire i Novizi, può tenere Giornale delle presenze e dei Compiti ed Incarichi . É responsabile dell'impiego e della disciplina degli scudieri. Il suo Diretto Superiore è il Cavaliere di Giustizia, e mensilmente fornirà una relazione in triplice copia dell’andamento di tutti i Novizi della Commanderia a cui esso appartiene.
X  Novizio
É alla base della struttura dell'Ordine, ma non per questo è meno importante di tutti gli altri. Il suo lavoro ed impegno, consiste nell'apprendere le dottrine dell'Ordine, studiandone la storia e i rituali di cui gli è permessa la visione. Al Novizio, a differenza di tutti gli altri, non è consentito indossare il mantello, solo dopo il rito ufficiale può indossare la divisa della sezione Templare. Loro diretti superiori sono i Cavalieri a cu risponderanno di ogni cosa da loro detta o Fatta.
X  Scudiero
Gli scudieri sono giovani minorenni della Commanderia, che hanno presentato domanda di ingresso, siano stati ritenuti idonei, essi vestono una tunica grigio  Chiaro, ornata da una croce Patente Rossa, infatti il colore bianco resta privilegio dei Cavalieri. Il loro Comportamento è lo stesso di quello dei Novizi. Lavora a stretto contatto con i Cavalieri. Gli Scudieri, saranno osservati dai Cavalieri i quali seguiranno il loro operato. Coloro che dimostreranno il proprio valore potranno diventare Cavalieri (il periodo varia a seconda della loro disciplina all’interno dell’Ordine).
X  Postulante
Egli è una persona che pur non facente parte diretta dell’ordine assiste i Confratelli in senso Materiale, aiuto fisico  e operativo, essi assistono insieme ai Confratelli gli anziani, i disabili e chiunque faccia richiesta d’aiuto all’associazione.
MENU
ABOUT US
OFFICE HOURS
Siamo Presenti sul Territorio Italiano:
Puglia - Toscana -
Piemonte - Lombardia -
Sicilia - Calabria - Sardegna
Contattaci per avere info
Torna ai contenuti